Francesca: da quando sono nata combatto con una semiparalisi

Francesca Aresu è una ragazza come tante, 30 anni, capelli corti e un sorriso che nasconde un velo di timidezza, abita a Monserrato dove vive con la sua famiglia.

A soli 11 mesi gli è stata riscontrata una semiparalisi al lato destro del corpo, questa patologia non le permette quasi l’utilizzo della mano destra, e, più in generale, il lato destro del suo corpo non si è sviluppato come il lato opposto: perciò la gamba destra rimane più corta della sinistra e questo la obbliga forzatamente ad usare un plantare, che le lascia comunque i problemi di deambulazione, cosi come la spalla destra rimane più piccola rispetto all’altra.

“Ho iniziato a fare riabilitazione che avevo 11 mesi e ho continuato tutti i giorni fino ai 13 anni” racconta  Francesca ” Mio padre smontava dalla notte e mi doveva portare al centro riabilitativo dove mi recavo prima di andare a scuola, non è stato facile ma grazie a questo sono riuscita a camminare meglio e fare altre piccole cose”

L’Inps e la commissione medica ha riconosciuto a Francesca solo il 46% d’invalidità, giusto il tanto per entrare nelle categorie protette che però non sono mai servite a fargli trovare un lavoro.

“Fare le attività quotidiane è veramente difficile, anche solo per pulirmi la mela e allacciarmi le scarpe mi deve aiutare uno dei miei genitori” continua Francesca “Questa patologia mi ha influenzato nei rapporti con gli altri, perché molte volte a scuola i miei compagni mi prendevano in giro, ed io, che comunque ero molto timida e mi vergognavo del mio problema, tendevo ad isolarmi ancora di più. Per non parlare poi del lavoro! Logicamente non posso svolgere le mansioni manuali e ad oggi mi ritrovo ancora a non essere economicamente indipendente.”

Il sogno di Francesca non è diverso da quello di tanti giovani italiani, vorrebbe trovare un lavoro per sentirsi indipendente e poter aiutare la sua famiglia che per lei ha fatto sempre tanto.

” Ho provato vari concorsi ma alla fine venivo sempre scavalcata da chi aveva più punteggio, non è facile, ma continuo a provarci, spero che prima o poi la fortuna venga dalla mia parte, la mia vita è stata sempre influenzata da questa malattia ma ora che sono un pò più grande sto cercando di conviverci senza dargli troppo peso”

Francesca è una ragazza molto introversa e non ha molti amici, per una ragazza timida convivere con un handicap non è facile, ma sta provando ad andare avanti e a non scoraggiarsi. Si spera che la sua buona volontà riesca, come per tanti altri giovani, a fargli trovare un occasione per dimostrare il suo valore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...