La lotta di Rosy contro il cancro: “Ma io devo vivere per i miei figli”

Oggi ci racconterà la sua storia Rosy Battistini di Monserrato, una storia di tanta forza, sfortunatamente sempre più frequente ai giorni nostri. La sua è una doppia battaglia: contro un cancro al seno, ma anche contro la sclerosi multipla che affligge il marito Angelo Meloni.

“Sto combattendo contro un carcinoma mammario che ancora non può essere operato perché ritenuto troppo grande, è di circa 4,8 cm. Mi è stato diagnosticato ad agosto 2017, anche se avevo qualche sospetto già da prima, la paura ha fatto si che io rimandassi la visita. Abbiamo avuto vari lutti in famiglia, non ero preparata a comunicare alle altre persone del mio male in un momento così drammatico per noi. Ho due figli, uno di 25 e una di 35 anni e mi preoccupavo della loro reazione.”

Rosy racconta una storia di grande sofferenza, con una naturalezza disarmante:

“Mio marito ha una sclerosi multipla progressiva, è da 40 anni che combatte contro questa malattia, le ha provate tutte, anche il metodo Zamboni circa dieci anni fa. Allora purtroppo gli interventi si facevano solo a pagamento, così sono finita a Napoli dal professor Coppola che io definisco un angelo. Non avevamo grande possibilità economica e i costi erano molto elevati, pensate che solo l’intervento costava 6.000 euro, in una famiglia che vive di una sola pensione sono tosti da tirare fuori. Una mattina mi squillò il cellulare, era il medico che mi annunciava che entro cinque giorni gli avrebbero fatto l’intervento gratuitamente. Non ci volevo credere, eppure era la verità. L’intervento andò bene, ma dopo due anni ci ritrovammo a doverlo rifare perché si erano nuovamente chiuse le vene. Ripetemmo l’intervento a Catania da professor Verux, dove scopri che una giugulare era completamente ostruita. Lui in questi ultimi anni è peggiorato: a malapena cammina, in ambienti affollati perde il senso dell’orientamento, non ha sensibilità a mani e piedi e ha dei problemi cognitivi importanti, ma è una persona forte e non si lamenta mai. E’ una persona orgogliosa e a volte si vergogna della sua malattia.”

Rosy adesso lotta anche contro il suo tumore ma cerca sempre di condurre una vita normale: “Adesso cerchiamo di lottare e di vedere il mondo a colori, purtroppo ora con la terapia devo mancare molto da casa e mio marito cerca di spronarmi, anche perché a volte ho paura, è una lotta continua.”

In tutto questo Rosy parla molto del marito ma poco di se, come se guardare in faccia la sua malattia fosse troppo difficile per lei:

“La mia malattia è molto dura, la vivo apparentemente in modo sereno ma in realtà non è cosi, mi porta a non stare bene a causa della chemio, ho le unghie nere, non ho più i capelli e la pelle come la tocchi si spacca, sono intrattabile perché sono solo all’inizio, sto facendo la chemio ma ancora devo essere operata… non so come andrà a finire. Non voglio far pesare il mio problema ai miei figli e a mio marito, ma mi chiedo: se io verrò a mancare chi rimarrà con lui?”

Rosy continua a pensare al marito e alla sua famiglia, benché il suo male sia molto più grave, non riesce ad essere egoista.

“Devo essere fiduciosa, perchè ho voglia di vivere e perchè devo credere nella ricerca. Cerco di essere positiva e allegra, anche se mi sento stanca e tormentata non voglio lasciarmi andare. Sopratutto per la mia famiglia e perché voglio vedere i miei figli realizzati, io vivo per loro, e sono la cosa più bella che potessi avere. Io devo vivere per loro, perché loro hanno bisogno della loro mamma.”

Una storia forte quella di Rosy ma piena di speranza e coraggio, la storia di due persone diverse con due malattie diverse che il destino ha voluto fondere insieme, ma sopratutto di una mamma che lotta per la sua vita per rimanere vicino ai suoi figli.

3 pensieri su “La lotta di Rosy contro il cancro: “Ma io devo vivere per i miei figli”

  1. Conosco Rosy.
    X me è sempre stata una donna forte, solare e combattiva.
    Purtroppo scoprire quanto dolore ha colpito lei e la famiglia mi sconvolge e mi addolora.
    Rosy…..
    Non mollare mai
    Mamma Pina ti darà la forzavdi continuare a combattere.
    Ti abbraccio.
    Paola Ambanelli

    Liked by 1 persona

  2. coraggio Rosy!!!! forza e coraggio!!!! continua a combattere perchè tu sei una guerriera……..una guerriera con un carattere splendido e positivo!! sei tu che dai coraggio a tutti…..combatti Rosy!! non arrenderti….non solo per i tuoi cari…ma anche per te….non arrenderti mai!!!!!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...