La lettera di una madre: “Basta discriminazioni su mio figlio autistico”

Ormai sta diventando una tendenza. Ci alziamo la mattina e ci ritroviamo bombardati delle vostre storie, sappiate che noi siamo terribilmente felici che ci scegliate per sfogare ciò che avete da dire, anche perché, in alcuni casi, possiamo pure aiutarvi nelle vostre battaglie. Tra quelle di oggi abbiamo scelto la storia di una mamma, Vanessa Rizzi di Valmontone e del suo piccolo Cristian, un bambino autistico.

Questa volta però non parleremo dell’autismo del bambino o di come viene affrontato il problema, ma di discriminazione. La mamma, infatti, ci ha voluto segnalare un caso di discriminazione nei confronti del suo bambino.

“Sono la mamma di un ragazzino autistico di 14 anni, Cristian. È la terza volta che mio figlio viene discriminato, questo perché ha un autismo grave.

Tre anni fa è stato chiuso in una stanza isolato dai suoi compagni di scuola perché ritenuto pericoloso, la stanza del silenzio degli innocenti. Questa è una storia che mi portò anche alla vita in diretta e fortunatamente siamo riusciti a risolvere tutto. L’anno dopo poi è stato cacciato da un centro estivo, anche se aveva un educatore privato.

Adesso, invece, è stato cacciato da un centro diurno per minori disabili, che frequentava già da 15 giorni. Il centro è nuovo e lui ha iniziato appena hanno aperto- Cristian andava al centro dal martedì al venerdì, le operatrici non nascondevano che era molto impegnativo stare dietro a mio figlio, per questo proposi, una volta a settimana, una terapista ABA privata, che gli avrebbe spiegato come gestire Cristian.

Loro inizialmente dissero che ci sarebbero voluti dei permessi, visto che era una persona che veniva al di fuori del centro, ma che non ci sarebbero stati problemi. Successivamente, ci fu detto che le richieste erano tante e che esisteva una lunga lista d’ attesa, che quindi Cristian non poteva più frequentare il centro. Eppure ci avevano assicurato che sarebbe stato preso, visto che era già dentro da due settimane.

Cristian dopo qualche giorno è andato in gita scolastica per 4 giorni, al suo ritorno abbiamo provato a scrivere al centro ma ci hanno risposto dicendo che c’è una lunga lista d’attesa.

La mia domanda è: come è possibile che ci sia questa lista d’attesa solo ora, dopo che mio figlio per ben 15 giorni ha frequentato il centro?

Logicamente questa domanda è già stata fatta direttamente alle responsabili del centro, che hanno tolto fuori quella che secondo me è solo una scusa, il fatto che il centro non è nel comune di residenza del bambino.

All’inizio, la prima volta che ha iniziato a frequentare, questo fatto per loro non era stato assolutamente un problema, ora invece lo è improvvisamente diventato.

Cristian è un bambino molto socievole, ha un autismo non verbale, comunica con i pcs e ha un buon livello cognitivo, non parla ma capisce e esegue tutto quello che gli viene chiesto.

Come tutti gli autistici a basso funzionamento può avere i suoi momenti di aggressività, ma su se stesso mai sugli altri.

A mio figlio piaceva molto andare al centro e ora mi sento delusa per questa sua esclusione improvvisa.

Mi fa arrabbiare, anche perché già dall’inizio sapevano la diagnosi e il grado di difficoltà, mi chiedo perché se non se la sentivano, lo hanno comunque fatto andare per ben 15 giorni.

Questo atteggiamento non va bene, ne su mio figlio, ne su nessun altro bambino, visto che è un centro comunale per bambini disabili.

Chiedo una semplice spiegazione veritiera, del perché mio figlio dopo 15 giorni è stato mandato via”.

vanessa rizzi discr

Questa è la lettera che Vanessa ha mandato al nostro blog, non conoscendo il centro e i fatti non possiamo che riportare le sue parole e chiedere che gli venga data una spiegazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...