“Combattiamo la sclerosi multipla a 240 km/h”

Oggi racconteremo una bellissima storia d’amore, nata per merito di una malattia che gli accumuna e che gli ha fatti incontrare.

Lui si chiama Fabio Aledda ha 33 anni e vive a Sanluri, lei Silvia Pilloni di 34 anni, di Villanovaforru.

Sia Fabio che Silvia hanno la sclerosi multipla, argomento che abbiamo trattato varie volte nel nostro blog, ma mai in un modo cosi romantico.

Fabio ha scoperto di avere la sclerosi diversi anni fa. Aveva una sensibilità diversa alla temperatura, la parte destra e la parte sinistra sentivano temperature diverse. All’inizio non gli ha dato peso, poi i sintomi sono peggiorati, togliendogli sensibilità in zone a lui molto care (preferisco non riferire la frase come la ha formulata lui per lasciare un minimo di dignità a questo blog). Solo allora ha deciso di andare in ospedale a San Gavino, dove, il neurologo che ha diagnosticato la SM a me, il dott. Marcello Deriu, ha diagnosticato anche la sua.

Fabio ha un carattere allegro e non si è fatto buttare giù da questa notizia, anzi la usa come scusa per vivere giorno per giorno nuove emozioni.

Silvia, invece, ha avuto un decorso più traumatico. Quando la sm ha bussato alla sua porta lei stava lavorando in Germania, è dovuta tornare in Sardegna in fretta e furia perché, non conoscendo bene il tedesco, non sarebbe mai riuscita a spiegare i suoi sintomi dove si trovava.

E’ stata ricoverata al Brotzu che a mala pena camminava e dopo la diagnosi, fu riportata a casa facendo giorni e giorni senza alzarsi dal letto. Addirittura le venne attivato la terapia a domicilio, girava con la sedia a rotelle e il suo umore era bassissimo.

Un giorno, un amico di Fabio, decise di far parlare via telefono queste due persone così diverse, ma accumunate dalla stessa patologia.

Fabio e Silvia si incontrarono qualche giorno dopo quella chiamata, Silvia che a mala pena camminava e Fabio che non si voleva fermare per farla sedere.

“Non smetteva di parlare, avrà parlato per tre – quattro ore solo lei,” ci racconta Fabio, seduto a fianco di Silvia, che sorride colpevole, “ad un certo punto mi ha detto che non aveva più sensibilità nemmeno alla lingua, cosi ho voluto testare con un bel bacio. Ti giuro che la sensibilità ce l’aveva”, conclude ridendo Fabio.

Da li è nata la loro bellissima storia d’amore, Silvia grazie a Fabio ha ripreso a camminare e ora addirittura a correre. Fabio, da bravo pazzo qual è, ha comprato una moto, con cui si fanno viaggi lunghissimi. Affrontano la sclerosi come se fosse un raffreddore, questa è la loro filosofia. Certo non per tutti può essere così, non dimentichiamo che ci sono diversi tipi di SM e non tutti abbiamo gli stessi sintomi, ma loro vivono giorno per giorno, cibandosi del loro amore e affrontando la loro malattia in sella a una bellissima moto a 240 km all’ora.

fabio e silvia.jpg

In bocca al lupo ragazzi.

6 pensieri su ““Combattiamo la sclerosi multipla a 240 km/h”

  1. Che bella storia!!! Mi sembra che con l’amore grande che li unisce ci siano tutti i presupposti per vedere meraviglie nella loro vita, alla faccia della SM!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...