Storie con i fiocchi: perchè il tumore è una parola, non una sentenza

Continuano le nostre “Storie con i fiocchi” in occasione del mese per la ricerca contro il tumore al seno le donne che ci sono passate si raccontano, per farci capire cosa hanno provato e per spiegare perché è cosi  importante aiutare la ricerca.

Oggi Luciana Lecca ci racconterà la sua storia:

“La vita può prendere percorsi mai immaginati.

Come in uno schiocco di dita, nel mio caso una semplice mano poggiata sul seno, tutto può cambiare.

Non sono né la prima è ne purtroppo sarò l’ultima 😞

E se la vita mi sfida, anch’io sfido lei…

PERCHÉ IL TUMORE È UNA PAROLA, NON UNA SENTENZA!!

Queste sono state le mie prime parole, il giorno della mia prima chemio, che ho scritto su fb,  perché avevo già deciso di raccontare il mio percorso, per poter aiutare quelle persone che si arrendono, che non lottano e che non accettano la malattia.

Due anni fa esattamente a luglio,ho scoperto un nodulo, rivelatosi poi, dopo l’intervento, un tumore maligno e 2 di 5 linfonodi metastatici.

A seguire 6 mesi di chemio e uno e mezzo di radio.

WhatsApp Image 2019-10-12 at 16.27.59

Come ho affrontato il tumore?

Decidendo di essere forte e di combatterlo con tutta me stessa, con tanta positività e sempre col sorriso.

Ho informato i miei familiari a intervento avvenuto perché volevo stare tranquilla e non volevo si preoccupassero visto che in famiglia ci era passata già mia madre.

Ho cercato di essere sempre determinata e ho sempre creduto nella vittoria. Ho vissuto le mie giornate a volte sola ed altre in compagnia, non ho mai chiesto niente perché volevo farcela da sola, perché io sono una che fa da se, se può.

Ho anche sofferto in silenzio per non far preoccupare gli altri e credo che noi tutti che viviamo questo, reagiamo così!

Ma è anche vero che se anche combatti, il tumore ti cambia. Ti fa capire che cos’è la vita, che a volte noi sottovalutiamo, ti fa capire chi veramente ti vuole bene.

E cambi, tutto intorno a te comincia ad essere diverso, quando vedi per la prima volta la cicatrice, quando ti vedi senza capelli ma cerchi di reagire, quando ti senti debole per le terapie, ma cerchi di reagire…non è facile, ma affronti sempre tutto con tutte le tue forze. E anche adesso che tutto è passato e che fortunatamente i controlli sono positivi, rimane sempre il pensiero di quello che ho avuto e che potrà tornare.

Già, perché anche se si è forti, il pensiero ricade sempre lì.

C’è una cicatrice che me lo ricorda e 4 puntini tatuati sul mio corpo e i continui controlli.

Tu sei forte mi dicono, ma solo chi l’ha vissuto può capire.

Ho attraversato una tempesta, non so come, ma sono riuscita ad uscirne e non sono neanche sicura che sia finita…

Sono sicura invece che dopo tutto quel vento, non sono la stessa che vi è entrata…

Combatto sempre e vado avanti con il sorriso perché questa è l’unica cura che ho”

WhatsApp Image 2019-10-12 at 16.42.30     Luciana Lecca, sopravvissuta al tumore

Aiutate la ricerca contro il tumore al seno, anche un solo euro può fare la differenza.

Per mettere like alla nostra pagina Facebook clicca qui

Per leggere altre “Storie con i fiocchi” clicca qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...