Pillole di benessere: afte istruzioni per l’uso

Torna l’utilissima rubrica della dottoressa Cristina Fanni, oggi alle prese con un problema molto diffuso e doloroso, le afte.

“Le afte sono delle lesioni della mucosa orale piccole ma decisamente fastidiose. Perché vengono? E soprattutto cosa possiamo fare per curarle e ancora meglio prevenirle? Ne parliamo insieme alla dottoressa Silvana Caria. Leggiamo insieme.

Un problema diffuso e fastidioso

Le ulcere aftose sono il tipo di lesione più comune della mucosa orale sia tra gli adulti che tra i bambini. Possono comparire ciclicamente, specialmente nelle donne, con incidenza sempre maggiore con l’avanzare dell’età.

Spesso iniziano con una sensazione di bruciore, seguita dallo sviluppo di una piccola ferita (ulcera) rotondeggiante e di colore bianco-giallastro, con margini infiammati e un diametro di 3-4 mm che a volte può superare 1 cm.

 

Diverse facce della stessa medaglia

Si può presentare una sola afta o più di una contemporaneamente, di solito sulla parte interna di guance e labbra, ventre e margine della lingua, pavimento orale e palato molle. Le afte non sono contagiose né pericolose, il problema fondamentale è rappresentato dal dolore.

Si differenziano per forma, dimensione, numero e gravità.

  • AFTA MINORE: forma più comune e lieve, con 1 o poche ulcere con diametro inferiore a 10 mm
  • AFTA MAGGIORE: forma più dolorosa ma poco comune, con 1-2 o più ulcere con diametro maggiore di 10 mm
  • AFTA ERPETIFORME: forma rara ma molto dolorosa, con 10-100 ulcere di diametro 1-2 mm

Le cause possono essere molteplici

  1. PREDISPOSIZIONE GENETICA: le afte si presentano con maggiore frequenza in nuclei familiari i cui componenti soffrono di tali manifestazioni.
  2. TRAUMI OCCASIONALI ALLA MUCOSA: morsicature, spazzolamento traumatico, alimenti e bevande ustionanti, trattamenti odontoiatrici, protesi.
  3. MICRORGANISMI DANNOSI: batteri come Streptococchi, virus come l’Herpes o funghi come la Candida.
  4. FATTORI NUTRIZIONALI: anemia, scarso consumo di alimenti contenenti Ferro, Zinco, Acido Folico, Vitamina B e Vitamina E.
  5. ALLERGIE E INTOLLERANZE: sindromi allergiche scatenate da farmaci o intolleranze a particolari cibi o bevande.
  6. CONDIZIONI PSICOLOGICHE: stress, ansia e depressione.
  7. ALCUNE MALATTIE: diabete, neutropenia ciclica, celiachia, patologie dell’intestino, calo delle difese immunitarie.

 

I disagi creati sono tanti

  1. Dolore intenso e bruciore durante la masticazione, quando si beve e mentre si parla.
  2. Difficoltà ad alimentarsi correttamente con conseguente perdita di appetito.
  3. Interferenza con l’utilizzo di protesi e apparecchi ortodontici.
  4. Difficoltà nella vita di relazione.

23885

Vuoi prevenire la comparsa di afte?

  1. Mangia con calma facendo bocconi piccoli, così da evitare di morderti accidentalmente.
  2. Mangia con cautela cibi duri, croccanti e con spigoli “taglienti”.
  3. Prima di introdurre in bocca cibi o bevande molto caldi, ricordati di soffiare per intiepidirli o lasciali sfreddare.
  4. Segui una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura, per assicurare il giusto apporto di vitamine e minerali.
  5. Evita il più possibile le situazioni di forte stress psico-fisico.
  6. Lavati i denti con prodotti delicati, privi di sostanze come SLS (Sodio Lauril Solfato) e alcool.
  7. Se ti vengono in maniera ricorrente valuta uno o più cicli con prodotti immunostimolanti in modo da aumentare le difese del tuo organismo.

Come comportarti nella fase acuta?

  1. Non aggravare l’irritazione: limita il consumo di alimenti piccanti, speziati, acidi e salati. Evita anche bibite gassate e alcolici.
  2. Consuma frullati, gelati e in generale alimenti dalla consistenza morbida, meglio se freddi.
  3. Non utilizzare spazzolini con setole dure.
  4. Per “anestetizzare” l’area e alleviare il dolore, puoi passare sull’area interessata un cubetto di ghiaccio.

Porti un apparecchio ortodontico o una protesi?

  1. Avverti subito lo specialista se qualche protuberanza o parte sporgente ti crea disagio.
  2. Utilizza una cera ortodontica da applicare nei punti dell’apparecchio che causano maggior fastidio, dove possono verificarsi graffi o lesioni.

Se soffri con frequenza di afte e lesioni rivolgiti al tuo medico o al tuo dentista di fiducia.

Velocizzare il processo di guarigione e ridurre il dolore percepito con formulazioni specifiche è una soluzione giusta alla problematica. Per qualsiasi consiglio chiedi in farmacia”

f42c94eaf5490885c3a5e8ef33837697_400x400

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...