Buone nuove, inizia il diario di una mamma sclerotica

Eccomi qui a scrivere un nuovo articolo, ma sopratutto un nuovo capitolo della mia vita. In questo momento mi sento un po’ come Briget Johns con il suo diario, solo un po’ più giovane e molto meno conosciuta.

Sicuramente chi ci segue e chi subisce il mio spam quotidiano, si sarà accorto che le attività di Vitae nell’ultimo periodo, sono un po’ diminuite e i più scaltri hanno iniziato ad avanzare domande del tipo: “Ma quel pancino?”. Quindi sono qui per dare un po’ di spiegazioni ai più curiosi e per presentare una nuovissima parte del mio blog e della mia vita.

Quante di voi a 30 anni si sono trovate davanti i parenti con la classica domanda: “Quando arrivano i pupi?”. Logicamente sempre al plurale. Non sia mai che tu, povera figlia unica, abbia la sventura di fare un altro figlio unico, viziato ed egoista proprio come te.

Quindi, anche per rispondere a questa domanda ripetitiva, che assilla ormai tutte noi trentenni maritate o comunque conviventi, la mia pancia che cresce non è di certo ciccia, come molti di voi magari hanno anche pensato vista la mole dell’interessata, ma un minuscolo nuovo “blogger” che cresce e scalcia ogni giorno di più.

Proprio così, io ed Ivan aspettiamo un piccolissimo pupetto, che noi, giusto per essere trendy, abbiamo soprannominato “il Gambero”. Sapete, da quando è uscito 50 sfumature di nero, (SPOILEER) dove l’avvenente Anastasia chiamava il suo bambino visto in ecografia “Puntino”, tutte le mamme hanno iniziato a chiamarlo così, ma io ho voluto dargli un nome più giusto, quindi la prima cosa che mi è venuta in mente quando ho visto la sua primissima forma, è che più che un puntino assomigliava ad un gamberetto. Ora logicamente ha le sembianze di un bimbo a tutti gli effetti ma, come per Anastasia, che ha continuato a chiamarlo puntino sino alla nascita, cosi sarà anche per il mio gamberetto.

Adesso che sapete e non dovete più decifrare i miei vari cambiamenti di forma, possiamo anche passare oltre. Sicuramente non vi sarete dimenticati che la qui presente futura mamma ha la Sclerosi Multipla, senza dubbio non sono la prima sclerotica incinta ma, come ogni sclerosi è diversa, anche ogni gravidanza è diversa, e se unisci sclerosi e gravidanza delle volte viene fuori un bel casino. Quindi da qui nasce il mio diario, con cadenza “quando ne ho voglia”, adatto a mamme sclerotiche e non, a chi desidera un pupo e a chi è solo curioso e vuole farsi due risate.

Perché mettere la mia gravidanza online? Molti se lo saranno già chiesti e per ben 16 settimane ci ho ragionato sopra pure io, ma visto che la condivisione e il sorriso sono alla base del mio blog, e sopratutto visto che un po’ di confronto di esperienze non fa mai male, eccomi per l’ennesima volta messa a nudo per il blog, perché la gravidanza non è solo gioie come molte di voi sanno, ma spesso anche dolori.

Io per ora non mi posso lamentare più di tanto, dopo aver fatto varie settimane a digiuno e in preda ai vomiti più prepotenti che possano esistere, sono dimagrita la bellezza di 20 kg, quindi meglio di qualsiasi dieta abbia fatto fin ora. Per fortuna ora il gambero mi dà un po’ di tregua e qualcosa nello stomaco (ogni tanto) la lascia, ma questo è capitato a tantissime mamme, ne sono più che sicura. Mentre, invece, una chicca che sicuramente capita solo a noi mammine sclerotiche è provare la stanchezza peggiore che possa esistere; questo perché un sintomo importante della sclerosi è proprio la stachezza cronica, quindi quando tu, povera sclerotica vai a leggerti un libro sulla gravidanza e leggi che può dare stanchezza, non ti preoccupi più di tanto, “peggio di cosi mica può andare” pensi. Invece ragazze care, può andare eccome peggio di cosi, unire la stanchezza da SM a quella della gravidanza è pura follia, giornate intere senza forza sdraiata a pensare che dovrà passare prima o poi.

Quando abbiamo deciso di cercare gamberetto, un po’ mi sono illusa, tutti mi dicevano che la sclerotica incinta stava benissimo e che i sintomi sarebbero diminuiti e la malattia si sarebbe bloccata. Per la maggior parte delle persone è proprio cosi, ma c ‘è sempre l’ eccezione che conferma la regola, e figurati se l’eccezione non dovevo essere io…. Quindi ecco la mia sclerosi scatenata con dolori alle gambe, vista doppia e cosi via; tanto che, l’altro giorno, mi volevano ricoverare pensando avessi un trombo. Fortunatamente io e la SM abbiamo passato tanti anni insieme e ho imparato a conoscerla bene, quindi so quando torna a farmi visita, cosi, da persona “responsabile”, ho firmato e sono andata via dall’ospedale. Gli esami non me li hanno risparmiati comunque ma, come volevasi dimostrare, non c’era alcun trombo, solo tanta stanchezza e la SM che mi ricordava la sua esistenza.

Ci tenevo a dire un’altra cosa in questa prima parte del mio diario, molti di voi penseranno che essendo alla sedicesima settimana (quarto mese finito), sia troppo presto per gioire, molti non dicono nulla fino a quando la pancia non è in procinto di esplodere, un po’ per superstizione, un po’ per paura che qualcosa non vada come sperato, tengono la lieta notizia ben nascosta in dei maglioni larghi. Ma, visto che non sono superstiziosa e sono convinta che tanto va sempre come deve andare, io mostro con orgoglio (finalmente posso) la mia pancetta. Capita raramente che una donna possa mettersi abbigliamento attillato incurante della protuberanza nell’addome, così ho deciso di far partecipe chi si diverte a seguirci con una notizia che per noi è veramente bellissima.

Perchè per quanto la gravidanza possa essere difficile, stancante, e tanto altro, è senza dubbio il dono più bello che in questo momento potessimo avere.

Quindi per ora ho scritto anche troppo, spero che seguirete il mio diario e che piano piano anche voi vi affezionerete alle avventure mie e del “gamberetto” on the road…

 

Ringraziamo per la bellissima foto “Ricordi di Luce” di Valeria Piras e, se vi è piaciuta, vi invito ad entrare nella sua pagina Facebook, dove ne troverete di ancora più belle!

4 pensieri su “Buone nuove, inizia il diario di una mamma sclerotica

  1. Fede, tesoro! Sono al settimo cielo nel apprendere questa bellissima notizia!😍❤️ facendovi i miei più sinceri auguri, ti dico che andrà tutto bene!So bene che tu sei forte e fra qualche mese abbraccerete il vostro “gamberetto” riempendo la quotidianità, nonostante le difficoltà di gioia!Sarà il piccolino a darti un’ulteriore forza 😊❤️vedrete!Vi abbraccio forte. Mersy

    Mi piace

  2. Siete bellissimi con la determinazione che hai tutto andrà benissimo😆😆😆guarda sempre avanti. Un caro abbraccio a entrambi con affetto.Marina Vacca saluti ai futuri nonni😘😘😘

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...